World Series 2024, il Presidente Valori: "Partecipazione straordinaria di 55 Nazioni"

(Ph Rizzato)

Le prime battute a caldo al secondo giorno di gare della VI edizione delle CITI Para Swimming World Series in pieno svolgimento a Lignano Sabbiadoro. Ai microfoni il Presidente Finp Roberto Valori, il Presidente del Comitato Organizzatore Daniele Zotti e il campione del mondo nonchè padrone di casa Antonio Fantin.

Il Presidente FINP Roberto Valori: “ In questa sesta tappa delle World Series si respira ancora di più un’aria di un evento internazionale, probabilmente dovuta anche alla partecipazione straordinaria delle nazionali straniere che sono 55. Questa World Series veste un’importanza particolare visto che quest’anno ci saranno le Paralimpiadi di Parigi. E’ molto importante il fatto che quest’anno, grazie al Presidente Pancalli è stata siglata la convenzione con Rai e si vedranno in chiaro su Rai2 tutte le gare. Abbiamo bisogno di questo, ci sarà tantissima visibilità e tante persone guarderanno le Paralimpiadi. Non mi stancherò mai di dirlo – sottolinea il Presidente – dietro alle medaglie c’è una Federazione che si occupa di welfare, di politiche sociali, questo ci permetterà di mandare il nostro messaggio a più persone in Italia con la speranza che possano intraprendere la carriera meravigliosa del nuoto paralimpico”.

 

Il Presidente del COL Daniele Zotti: “Siamo già alla VI edizione e siamo molto orgogliosi. Quest’anno abbiamo battuto tutti i record, ci sono più di 500 atleti di 55 Nazioni. Come si fa ad organizzare un evento così? Avendo esperienza, avendo un grande gruppo, un grande staff e tanti amici volontari. Ringrazio il Dipartimento dello Sport, il Friuli Venezia Giulia, il Comune di Lignano Sabbiadoro e tutti gli sponsor che ci sono vicini ogni anno per far sì che questa manifestazione cresca sempre di più”.

 

Il campione del mondo Antonio Fantin: “ Lignano è sempre una tappa di passaggio ai grandi appuntamenti estivi, dalla Paralimpiade di Tokyo a Mondiali degli anni precedenti passando per quello che sarà Parigi quest’anno. E’ sempre un punto di ritrovo e di ripartenza per la nuova stagione, per noi italiani, ma non solo. Ogni edizione il numero dei partecipanti cresce sempre di più ed è veramente bello vedere come la mia ‘seconda casa’ - perché io mi alleno qui da sempre, si riempie e si prepara guardando i prossimi impegni sportivi. Mi mancava un record del mondo in casa, l'ultimo risale al 2021, che si di buon auspicio come lo è stato per Tokyo”.

 

video di Airondrone