Pallanuoto Paralimpica, a Barcellona i Lions CAMPEONES!

Quanta Pallanuoto Paralimpica a Barcellona. Il DT Giugliano: “Momento di crescita per tutti”

Sabato 29 e domenica 30 giugno si è tenuto a Barcellona il primo torneo internazionale di pallanuoto paralimpica. L’evento organizzato dalla società catalana del CN Terrassa, ha coinvolto tre team spagnoli: CN Terrassa, CN Barcellona e CN Sabadell e tre società italiane, la Waterpolo Napoli Lions, la Rari Nantes Florentia e una rappresentativa con gli atleti della Crazy Waves Pisa, della Granda Cuneo e della Pallanuoto Trieste.

Venerdì 28 giugno, il direttore tecnico di disciplina Mario Giugliano assieme alla responsabile degli studi sulle Classificazioni, Antonella Galvan, si sono confrontati con l’equipe spagnola per condividere al meglio alcune metodologie di classificazioni e per mettere a punto il duro lavoro che il CTS Finp e l’Università di Tor Vergata hanno portato avanti in quest’arco di tempo in tutta Italia.

Presso il centro natatorio di Terrassa, alla presenza dei rappresentanti della Federazione Catalana del nuoto adattato, Gabriel Villarubia, Eva Ruiz, Dani Nart, si è svolta la due giorni di pallanuoto paralimpica.

Il torneo era strutturato in due gironi a 3 squadre, sono stati tutti protagonisti in acqua senza esclusione di colpi. E’ stato notato fin da subito che le partite disputate in modo sperimentale, ovvero con 7 giocatori (1 portiere e 6 di movimento) ha permesso di valutare anche una metodologia di gioco da poter testare in futuro all’interno della Finp. Il tutto potrebbe esser fattibile ed esser preso in considerazione, qualora dovessero aumentare i numeri degli atleti praticanti (ad oggi in Italia non ancora attuabile). Tutte le partite sono state combattute fino alla fine del terzo quarto tempo per poi far prevalere le squadre con maggior preparazione natatoria e tecnica.

Le squadre spagnole, rispetto allo scorso anno, hanno espresso un miglior gioco tecnico confermando la loro crescita nazionale incrementata anche dal continuo gioco messo in atto in modo continuativo e assiduo.

I team italiani hanno sempre mantenuto il gioco ed il risultato in loro favore anche tenendo presente il gioco espresso e la loro maggiore esperienza tecnica tanto da portare sempre a loro favore il risultato finale. Si è giunti poi ad una “scontata” finale (attesa anche dagli addetti ai lavori spagnoli che da tempo osservano i nostri campionati) giocata tra i partenopei della Waterpolo Napoli Lions e la società toscana della Rari Nantes Florentia. Finale conquistata dai Campioni d’Italia, i Lions che vincono ai rigori per 9 a 8.

La finale per il terzo e il quarto posto si è giocata invece tra due squadre spagnole la CN Terrassa e la CN Barcellona, anche in questo caso hanno deciso i rigori con il punteggio di 10 a 9 per i giocatori del Barcellona.

La finalina per il quinto ed il sesto posto disputata nella prima mattinata di domenica fra la rappresentativa della Crazy Waves Pisa - Granda Cuneo - Pallanuoto Trieste e la squadra spagnola del CN Sabadel se l’aggiudicano i padroni di casa che terminano l’incontro per 13 goal a 8.

L’organizzazione ha voluto premiare oltre che alle società tutte, anche i giocatori indicando come miglior atleta di classe :

Classe 1 / 1,5

PENTANGELO SALVATORE (Lions Napoli) SANTI VILA (CN Barcellona)

Classe 2 / 2,5

PALUMBO VINCENZO (Lions Napoli) RAMON DEL PINO (CN Sabadell)

Classe 3 / 4,5

GALLONE ANDREA (Granda Cuneo) MARI JOSE ANTONIO (CN Terrassa)

Miglior Portiere del Torneo

FEDERICO MAZZINGHI (RN Florentia)

Miglior atleta del torneo

CHIUS COLLADO (CN Barcellona)