Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano

fonte CIP

Il Dipartimento per lo Sport ha pubblicato sul proprio sito istituzionale i criteri per l’accesso al “Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano” che assegna, per l’anno 2021 - con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 20 aprile 2021 - la somma di € 4.000.000 per l’acquisto di ausili sportivi da destinare in uso gratuito ai soggetti "con disabilità interessati all’avviamento alla pratica sportiva".

Tutte le persone interessate alla misura finanziaria potranno accedere, a partire dalle ore 10 del giorno 23 maggio 2022, alla piattaforma informatica per le società e/o le associazioni sportive nazionali per la presentazione della domanda.

L’accordo, che nasce dalla sinergia tra il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Comitato Italiano Paralimpico, la società Sport e Salute e l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro per la gestione del Fondo, si basa sul concetto che lo sport è "fonte e motore di inclusione sociale ed è riconosciuto come strumento eccellente per l'integrazione delle minoranze e dei gruppi a rischio di emarginazione".

"Per questo motivo  - sottolinea il Dipartimento per lo Sport - occorre continuare a sensibilizzare i praticanti sportivi e sostenere finanziariamente i progetti volti a rendere lo sport accessibile alle persone con disabilità".

"Grazie all'impegno del Governo, alla sensibilità e all'attenzione della Sottosegretaria Valentina Vezzali e al prezioso lavoro del Dipartimento Sport, di Inail e Sport e Salute sarà possibile ampliare il numero di persone con disabilità che potranno beneficiare di questo intervento finalizzato a garantire il diritto allo sport per tutte e tutti. Gli ausili sportivi rappresentano un elemento fondamentale dello sport paralimpico. Purtroppo l'elevato costo di questi strumenti, specie in alcune discipline, rappresenta un ostacolo economico insormontabile per tante famiglie. Con questa iniziativa, dunque, si abbatte un'altra barriera e si promuove lo sport come straordinario strumento di inclusione. Il precedente bando ottenne riscontri inaspettati. L'auspicio è che anche in questa occasione potranno essere tante le persone a cogliere questa importante opportunità per la quale abbiamo lavorato per anni potendo sempre contare sul sostegno delle istituzioni e di tutti coloro che hanno avuto, negli ultimi anni, la responsabilità di guidare le politiche sportive del nostro Paese". È quanto dichiara Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.