Comunicazioni da parte del Presidente Finp Roberto Valori

Pubblichiamo la terza newsletter da parte del Presidente Finp Roberto Valori.

Care amiche e cari amici,

trascorse le festività che mi auguro siano state serene per voi e le vostre famiglie, siamo pronti a tuffarci in un 2024 ricco di impegni e di stimoli.

La squadra nazionale ha iniziato l'anno con un allenamento collegiale a Lanzarote dal 14 al 20 gennaio, con venti atlete e atleti azzurri coordinati dai tecnici federali. Il commento del direttore tecnico Riccardo Vernole: L'inizio dell'anno paralimpico parte con il raduno della Nazionale. Macchina organizzativa che può essere sempre migliorata, come tutte le cose, ma che anche questa volta ha funzionato. L'eterogeneità del gruppo, complessità evidente, ha messo alla prova lo spirito nonché la volontà di adattamento e rimodulazione della squadra grazie ad una sempre maggiore maturità di tutti i componenti la spedizione. Consolidata anche la gestione funzionale degli allenamenti che la squadra ha svolto anche in questa occasione divisa in due macrogruppi: classi alte e classi basse. Ogni gruppo ha avuto una propria sessione di allenamento in modo tale che lo staff potesse seguire dettagliatamente il lavoro svolto dagli atleti. L'ipotesi di programmazione pensata prima della partenza e condivisa con i tecnici di società è stata confermata diventando il programma di allenamento. Giudizio? Completamente soddisfatti. Sedute di allenamento pienamente sostenute dagli atleti che hanno perfettamente interpretato le proposte. A conferma di ciò, i test della misurazione del lattato, effettuata dal medico federale, hanno fornito informazioni coerenti alle qualità metaboliche sollecitate confermando la corretta successione degli stimoli allenanti somministrati in questo periodo. Si è trattato del primo collegiale sostenuto in queste condizioni che misura la crescita delle capacità organizzative della FINP e la volontà della stessa di sostenere sempre di più l'evoluzione tecnica agonistica dei propri atleti, garantendo la realizzazione di questi progetti. Gli atleti al momento di partire hanno evidenziato la loro soddisfazione riguardo il lavoro svolto e il clima di squadra percepito, a dimostrazione di ciò hanno dichiarato ai tecnici che non avrebbero avuto alcun problema a rimanere per un'altra settimana. Il prossimo raduno prima della partenza per Parigi è previsto dal 29 luglio al 3 agosto presso il polo natatorio Frecciarossa di Ostia.

 

La preparazione degli azzurri prosegue ora nei loro club di appartenenza, anche in vista del primo probante test preolimpico: le Citi Para Swimming World Series di Lignano Sabbiadoro dal 14 al 17 marzo, contestualmente alle quali si svolgerà anche la XVII edizione dei Campionati assoluti invernali. L'abbinamento dei due eventi è una formula ormai collaudata che consente agli atleti più giovani e meno esperti di respirare l'aria di una grande manifestazione internazionale. A una settimana dalla scadenza delle iscrizioni, l’evento conferma numeri record con 45 nazioni iscritte, in primis naturalmente l’Italia che si presenterà a ranghi completi, e oltre 100 atleti di 30 nazioni sottoposti a classificazione internazionale, con uno sforzo organizzativo che ci impegna severamente ma ci riempie d’orgoglio perché ci consente di creare nuove opportunità di competere in tutti i tre ambiti della disabilità intellettiva, fisica e visiva. Il fatto di poter contare su una logistica di eccellenza a prezzi contenuti e senza particolari complicazioni burocratiche, anche grazie al fondamentale supporto delle istituzioni locali, favorisce inoltre la partecipazione di molte nazioni con meno risorse economiche.

Le World Series stanno assumendo sempre più valore nel percorso che il World Para Swimming prevede per poter partecipare alle Paralimpiadi. A margine della manifestazione sarà organizzato un corso per giudici sportivi internazionali paralimpici al quale parteciperanno anche quattro giudici della Federazione Italiana Nuoto. Si tratta della prima fase di un percorso che si concluderà con l’abilitazione ufficiale a diventare giudici internazionali. A conclusione di tale percorso salirà a sei il numero complessivo dei giudici internazionali World Para Swimming italiani.

Il 22 gennaio Riccardo Vernole - nella doppia veste di Membro della Giunta Nazionale in quota tecnici del Comitato Italiano Paralimpico e di direttore tecnico settore nuoto della FINP - ha partecipato alla Junior Para Sport Conference organizzata dal Comitato Paralimpico Tedesco alla quale erano presenti i membri di sette differenti comitati nazionali: Germania, Olanda, Polonia, Svizzera, Austria, Gran Bretagna. Vernole ha riassunto le iniziative che il CIP rivolge ai giovani disabili, primo fra tutti l’accordo con scuole e università, i centri di avviamento allo sport paralimpico (CASP) e i campus estivi ed invernali; ha poi condiviso le iniziative della nostra Federazione a favore dei giovani atleti, tra cui: i bonus dedicati al trofeo Futuri campioni, i bonus dedicati ai Campionati italiani di società e le FINP Academy.

È stato un confronto costruttivo – dichiara Vernole - molto apprezzato il lavoro svolto da CIP e FINP. Archiviata Parigi, il quadriennio 2024-2028 sarà dedicato a rinforzare maggiormente proprio i progetti dedicati ai giovani.

 

La concentrazione sui Giochi di Parigi non ci distoglie dalla determinazione a favorire la crescita del Settore Pallanuoto: il 2023 si è chiuso con la conquista della Supercoppa Italiana Aubay da parte della Watersport Napoli Lions guidata da Andrea Scotti Galletta. I prossimi impegni coordinati dal direttore tecnico di disciplina Mario Giugliano saranno:

 

Girone andata 6-7 aprile in due concentramenti Nord e Sud

Girone ritorno il 18-19 maggio in due concentramenti Nord e Sud

 A seguire le Final six 14-16 giugno (finali della serie A) che assegneranno lo scudetto 2024

 Final four Coppa Italia 12-13 ottobre

Supercoppa Aubay 1 dicembre

 

Ritornando al nuoto, prosegue e cresce il progetto degli Open Day disseminati sull'intero territorio nazionale per favorire l'ampliamento della base dei praticanti: il prossimo evento è previsto a Pieve di Soligo (TV) organizzato dalla delegazione regionale del Veneto; seguiranno altri appuntamenti.

Gli impegni internazionali non distolgono infatti l’attenzione dal territorio, che si fa anzi sempre più capillare: dall’inizio dell’anno fino a marzo sono previsti 17 eventi in vasca tra campionati regionali, interregionali e meeting, numeri che per la nostra Federazione sono davvero importanti e testimoniano una grande vitalità, con oltre 140 associazioni e società che con il supporto delle delegazioni regionali portano in acqua un numero sempre crescente di ragazze e ragazzi che ogni fine settimana stabiliscono nuovi primati di categoria e migliorano sé stessi.

 

Dato che la crescita del movimento richiede anche una maggiore disponibilità di tecnici, sono state potenziate le risorse e le iniziative del Settore istruzione tecnica, affidato direttamente al sottoscritto con il prezioso ausilio della consigliera federale Elena Grosso: il primo appuntamento dell'anno ha avuto inizio il 20 gennaio a Milano, con il corso per Istruttore Tecnico, che ha visto la partecipazione di ben 44 discenti: un grande lavoro da parte della delegazione regionale lombarda. A questo link è disponibile il calendario integrale della formazione.

Ci tengo infine a condividere con voi le emozioni vissute in occasione del Viaggio della memoria - organizzato lo scorso 4-6 febbraio dal Ministro per lo sport e i giovani, Andrea Abodi in collaborazione con l'Unione delle comunità ebraiche Italiane e la Comunità ebraica di Roma - al quale ho avuto l’onore di partecipare, in qualità di Vicepresidente vicario del Comitato Italiano Paralimpico, in rappresentanza del Presidente Luca Pancalli, insieme ad una rappresentanza di atleti olimpici e paralimpici e ad altri dirigenti sportivi.

In un momento storico nel quale la guerra entra prepotentemente nella nostra realtà, è importante dare un senso compiuto alla memoria, che non si esprime soltanto nel ricordo, doveroso e partecipe, ma anche e soprattutto nell’impegno, che ci unisce a tutela dei diritti e della libertà di ognuno di noi.

In occasione della ricorrenza dedicata alla commemorazione delle vittime dell’Olocausto, il mondo dello sport, unito insieme, si fa portatore, con una presenza tangibile, della necessità di ribadire il contrasto ad ogni forma di discriminazione, oltre che di trasmettere la memoria della Shoah in ogni ambito delle discipline sportive.

  

Buon lavoro a tutte e a tutti,

Roberto Valori