Collari d'Oro 2019, il Presidente del Consiglio Conte: "Voi atleti incarnate l'Italia migliore"

(Credit foto Mezzelani/CIP)

tutte le foto

Si è svolta oggi, a Roma, la cerimonia di consegna dei Collari d'Oro, la massima onorificenza dello sport italiano, a cui hanno preso parte le eccellenze dello Sport italiano. Prima della consegna del prestigioso premio, sono intervenuti portando il loro saluto: il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, ed il Ministro per le politiche giovanili e per lo sport, Vincenzo Spadafora. 

A presentare il galà sportivo Andrea Fusco coadiuvato dallo schermidore Aldo Montano e da una meravigliosa quanto elegante Giulia Ghiretti, atleta del nuoto paralimpico.


Il Presidente del CONI - Giovanni Malagò
"Ringrazio il presidente per la vicinanza che ci ha mostrato, per il sostegno politico e morale che ci ha garantito nei momenti di difficoltà. Le difficoltà ci sono e ci saranno sempre, ma con il governo al nostro fianco sarà più facile vedere questi campioni rappresentare l'eccellenza dell'Italia nel mondo. A Tokyo andremo con l'Italia del sacrificio, del lavoro e della dedizione: ci impegneremo a regalare a voi e a noi altri momenti di gloria e di gioia”.

Il Presidente del Consiglio - Giuseppe Conte
"Il 24 giugno scorso quando è stata assegnata all'Italia l'organizzazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano - Cortina 2026, ha rappresentato per me un momento particolarmente emozionante, uno dei più intensi che io abbia vissuto da presidente del Consiglio: pensate che potere ha lo sport. Mi sono sentito particolarmente orgoglioso di rappresentare il nostro Paese. Questi risultati non si conseguono per caso, non cascano dal cielo, ma ci sono mesi, anni di duro e intenso lavoro, di grande passione. Penso sia stata una tra le pagine più belle scritte di recente dal sistema Italia: il gioco di squadra, l'unità di intenti, la chiarezza degli obiettivi condivisi ci hanno consentito di ottenere un grande risultato. Sul piano organizzativo, quest'anno è stato brillante, ottenendo eventi che il governo ha sostenuto e continuerà a sostenere. Si tratta di occasioni di crescita, visibilità, sviluppo e potenziamento: stiamo diventando il centro del panorama sportivo mondiale". Conte si è poi rivolto ai premiati: "Voi atleti incarnate l'Italia migliore, il Governo c'è e sarà al vostro fianco".

Il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico - Luca Pancalli
"Lo sport paralimpico sta declinando la propria azione di politica sportiva rendendola più pervasiva: rappresentano un'eccellenza nello sport ma ciascuno di noi ha una responsabilità in più. Lo sport è passione, determinazione e voglia di lavorare di migliaia di volontari, che tengono tanti giovani lontani da cattive abitudini. Lo sport si fa pezzettino di politica pubblica del Paese e questa è l'immagine più bella di un'Italia unita. Mi sono sentito parte della squadra che ha vinto le Olimpiadi del 2026, attraverso l'immagine del paralimpismo aiutiamo l'Italia a crescere".

Tanti gli atleti che hanno ricevuto questo massimo riconoscimento sportivo, ci sono loro, gli azzurri campioni del mondo Finp: Simone Barlaam (Polha Varese), Francesco Bocciardo (FF.OO/Nuotatori Genovesi), Antonio Fantin (FF.OO/Aspea Padova), Carlotta Gilli (FF.OO/Rari Nantes Torino), Efrem Morelli (FF.OO/Seasub Modena), Federico Morlacchi (Polha Varese), Stefano Raimondi (Verona Swimming Team), Arianna Talamona, Arjola Trimi (Polha Varese), quest'ultima non ha potuto presenziare all'evento.

"Una cosa accomuna tutti gli atleti qui in sala - dice il pluricampione mondiale Federico Morlacchi - non è la vittoria ma la sconfitta. In questo momento storico manca la cultura della sconfitta, che è qualcosa che fa crescere e fa bene. A Londra siamo arrivati forti del terzo posto ottenuto ai Mondiali di Città del Messico, ma in Inghilterra è successo uno dei miracoli sportivi più belli a cui io abbia mai partecipato". 

(nella foto da sinistra: Federico Morlacchi, Simone Barlaam, il segretario generale Franco Riccobello, il presidente Finp Roberto Valori, il CT Riccardo Vernole, Carlotta Gilli, Stefano Raimondi. In basso: Arianna Talamona, Efrem Morelli, Antonio Fantin, Francesco Bocciardo).