A Porto Torres è nato il progetto“Agitamus, quando il movimento e lo sport valorizzano la diversità"

Martedì 30 gennaio presso la Piscina Libyssonis 60 studenti delle scuole  medie dell’Istituto Comprensivo 2 di Porto Torres e la squadra agonistica del Progetto AlbatroSS sono entrati in acqua bendati simulando il nuoto per non vedenti e  per persone con disabilità fisica.

 L’esperienza è parte del progetto “Agitamus, quando il movimento e lo sport valorizzano la diversità”.

 “Agitamus” in latino significa noi ci muoviamo e quest’anno a Porto Torres è anche il nome di un importante progetto in rete che vede coinvolte quattro classi dell’Istituto Comprensivo 2 di Porto Torres. Nello specifico sono due quinte della scuola primaria e due terze della scuola secondaria che in un percorso da un mese a questa parte si stanno cimentando in diverse discipline paralimpiche come il nuoto, il basket, il sit in volley e il baseball non vedenti.

 

Nel percorso gli alunni coinvolti provano a conoscere, capire ma soprattutto a sentire ciò che si prova in situazioni di disabilità legate allo sport. La finalità dell’intero progetto è quella di sviluppare empatia nei diversi destinatari, offrendo loro l’opportunità di conoscere la disabilità non solo “vedendola” ma vivendola, sentendone gli ostacoli e le potenzialità, sperimentando modalità diverse di entrare in contatto con gli altri e con il mondo.

 

Il progetto nasce dalla collaborazione del Comune di Porto Torres, l’Istituto Comprensivo 2 e il Comitato Italiano Paralimpico e vede la collaborazione attiva di varie federazioni paralimpiche, associazioni sportive e campioni del nostro territorio coordinati dallo psicologo dello sport Manolo Cattari, della referente per l’inclusione Caterina Branca e della campionessa paralimpica Francesca Secci.

Nello specifico all’incontro in acqua hanno partecipato insieme ai ragazzi coinvolti il presidente del Cip Sardegna Paolo Poddighe, il Presidente FIN Sardegna e  Delegato Regionale FINP Sardegna, Danilo Russu, la Dirigente Letizia Fadda, l’Assessore allo Sport del comune turritano Alessandra Vetrano, la direttrice della Piscina Libyssonis Silvia Fioravanti.